Ucraina, Rizzi (Soleterre): "I bambini oncologici per ora in salvo, gli ospedali non si possono fermare"

"I bambini malati di tumore della nostra casa di accoglienza a Kiev ora sono al sicuro in ospedale. È assurdo pensare che debbano anche ripararsi da eventuali attacchi. È importante mandare avanti le chemioterapie, gli ospedali non si possono fermare, neanche per le bombe", ha detto Damiano Rizzi, presidente della ong Soleterre, in collegamento con il suo personale a Kiev

Gli altri video di Medicina e ricerca