Prescrizione, Gratteri: "Nuova norma va fatta ma in un Paese normale non dovrebbe esistere"

Il nuovo terreno di scontro nella maggioranza è la giustizia. La riforma della prescrizione divide il Movimento 5 Stelle (con la quale si è schierato il premier Conte) e il Pd. "Per come ragiono io, termini come prescrizione, amnistia, indulto, dovrebbero sparire dal vocabolario della lingua italiana", dice il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri in un'intervista a Circo Massimo, su Radio Capital.
 
"Non è uno Stato serio quello che adotta questi termini e non fa nulla o fa poco affinché non ci siano più amnistie, indulti o prescrizioni - continua il magistrato -. La nuova norma non è inutile, va fatta, ma non è la soluzione del problema. La prescrizione è una ghigliottina, non possiamo ragionare in questo modo, non esiste una sola ricetta per un problema. Un ragionamento serio vuol dire avere il coraggio, la volontà e la libertà di cambiare tutto il sistema, 3-400 norme, con piccole e medie modifiche, per far sì che il sistema funzioni. Altrimenti si va sempre a rattoppare". 
 
Intervista di Massimo Giannini e Oscar Giannino
 

Gli altri video di Politica