Beirut, il bambino simbolo dell'esplosione a casa con i genitori. Il padre: "Abbiamo pianto e riso per giorni"

George è nato il 4 agosto in un ospedale di Beirut, in Libano, proprio mentre il porto della città esplodeva e centinaia di persone perdevano la vita. La sua storia ha fatto il giro del mondo perché il padre, Edmond Khnaisser, ha ripreso tutta la scena: la moglie trasportata in sala parto e poi il boato e i vetri della stanza in frantumi. Quel giorno, nell'ospedale sono morte 17 persone; il bimbo e i suoi genitori si sono salvati. George, che molti considerano un simbolo di rinascita, è tornato a casa e i suoi genitori hanno voluto raccontare quei giorni difficili.
 
A cura di Sofia Gadici

Gli altri video di Mondo