Veit Heinichen fa da Cicerone nella Trieste del mistero

Terza tappa per il nuovo progetto promosso da Fondazione Pordenonelegge con Regione e PromoTurismoFvg, “Friuli Venezia Giulia terra di scrittori. Alla scoperta dei luoghi che li hanno ispirati”: una sequenza di viaggi digitali d’autore che oggi ci porta nella Trieste di Veit Heinichen. Lo scrittore tedesco, autore di riferimento per le trame gialle, sarà voce narrante della Trieste del mistero: la Trieste bella e tragica, scolpita nella storia di Miramare e di Massimiliano d’Asburgo-Lorena, nella memoria di Johann Joachim Winckelmann. Veit Heinichen è autore di una serie di romanzi cult che vedono come protagonista il commissario Proteo Laurenti: le sue indagini hanno sempre al centro Trieste, quasi fosse un personaggio vero e proprio. Henichen, dunque, come un Cicerone speciale del suo luogo del cuore, un “corrispondente” speciale dallo storico Caffè San Marco, luogo d’elezione per lo scrittore come per tanti triestini e tappa ‘must’ per visitatori e turisti. Ma Heinichen ci guiderà anche attraverso altre rotte, dall’altipiano del Carso alle vedute aeree della città e del Golfo, con finestre scenografiche sul Canale, su piazza Unità, sull’Alto Adriatico. E con una tappa dedicata al commissario Laurenti, quel “Malabar” nel cuore di Trieste dove personaggio e autore sembrano condividere, fra dimensione reale e proiezione letteraria, i loro incontri, i momenti di relax e persino la passione per gusti e sapori.

Gli altri video di Cronaca locale