Trieste, Puzzer davanti ai portuali: "Andiamo avanti a oltranza"

TRIESTE L'intervento del portuale Stefano Puzzer di domenica 17 ottobre: "Sempre e comunque rispetto per i portuali di Trieste e dei lavoratori degli altri porti che anche ci stanno mettendo la faccia. Basta! Se qualcuno insinua "sciocchezze" sui portuali, fatele ingoiare loro, dite loro che è un falso, che è solo uno strumentalizzatore. Siamo qui per stare uniti, non per dividerci. Se avessimo voluto farci i nostri interessi, ce li saremmo fatti con i tamponi 10 giorni fa. Noi non vogliamo nessuna raccolta fondi: questa mattina, siccome arrivavano cibo e bevande da ogni parte, l'abbiamo raccolto e portato a chi ne ha veramente bisogno, alla Caritas, ai poveri, a chi ha perso la casa. Facciamo sì che le cose false ritornino al mittente. Ognuno di noi deve stanare chi dice il falso, chi dice che abbiamo mollato. Noi restiamo qui fino al 20 ottobre perché siamo legittimati a farlo: fino a quel giorno noi non molliamo. Un applauso ce lo dobbiamo fare tutti, da soli, l'uno con l'altro. E se dovesse succedere che qualcuno dovesse venire verso di noi, sediamoci in terra in pace, ragazzi. Video di Francesco Bruni. L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale