Trieste, la scoperta che dimostra come curare il cuore dopo un infarto

Bisogna trasformare ancora il principio attivo utilizzato, un piccolo rna, in un vero e proprio farmaco da dosare e di cui si abbia la certezza che non provochi effetti indesiderati. Per il resto i dati sono chiari: dopo un infarto è possibile stimolare la rigenerazione del cuore stimolando la capacità di proliferazione delle cellule cardiache sopravvissute all'infarto stesso. Lo spiega Mauro Giacca, il direttore dell'Icgeb che, con un gruppo di ricerca della Scuola Sant'Anna di Pisa guidato da Fabio Recchia, ha portato avanti gli studi ottenendo i risultati da una sperimentazione eseguita sui maiali. L'articolo

Gli altri video di Cronaca locale