Trieste, la prima al Teatro Rossetti, all'ingresso si misura la temperatura

TRIESTE Controllo della temperatura all'ingresso, tappeto rosso delle grandi occasioni, i carabinieri in alta uniforme e pubblico in abiti eleganti. Onnipresenti le mascherine, alcune con brillantini, raso e ricami. Una prima stagionale ai tempi del Covid quella di martedì 6 ottobre al teatro Rossetti per la rappresentazione de “La Pazza di Chaillot”. Niente assembramenti, anche se ritrovarsi vicini, per qualche chiacchiera prima di entrare, è stato inevitabile per molti spettatori. Un rito che si è ripetuto, con le dovute precauzioni. Dopo l’entrata per tutte le donne è stata rispettata la consuetudine di una rosa bianca in dono. Niente calice per gli uomini, invece, sempre per evitare i tanto temuti assembramenti. Video di Francesco Bruni. L'articolo

Gli altri video di Cronaca locale