Trieste, in 300 alla fiaccolata per Giulio Regeni

Centinaia di fiaccole accese e un commosso silenzio fino alle 19.41, ora alla quale risale il suo ultimo sms. Oltre 300 persone soprattutto giovani - e in particolare gli studenti del Liceo Petrarca di Trieste e del Collegio del Mondo Unito di Duino che Giulio aveva frequentato nel proprio percorso scolastico - hanno risposto all’appello di Amnesty International e stasera, sabato 25 gennaio, si sono riunite in piazza della Borsa a Trieste - come in tantissime altre piazze italiane - per chiedere «verità» per Giulio Regeni, il ricercatore friulano scomparso in Egitto il 25 gennaio di 4 anni fa. Qualche minuto prima delle 19.41 sono state accese le fiaccole, distribuite dagli attivisti assieme ad adesivi e spille gialle in ricordo del giovane studente di Fiumicello. Presenti alla manifestazione anche alcuni degli insegnanti che Giulio aveva avuto e la dirigente scolastica del Liceo Petrarca, Cesira Militello. (video Francesco Bruni)

Gli altri video di Cronaca locale