Trieste, fatto brillare l'arsenale di Trebiciano

TRIESTE Oggi, venerdì 23 marzo, l'Esercito ha neutralizzato le bombe trovate nella villa di Dario Terzoni, il 51enne morto in seguito allo scoppio di un ordigno in garage. In questi giorni i militari hanno passato al setaccio la sua abitazione di Trebiciano: nel corso delle bonifiche sono emersi vari residuati bellici che la vittima collezionava. Le bombe sono state fatte brillare questa mattina in un luogo sicuro e idoneo: a Medea (Gorizia), lungo le rive del fiume Torre. E' stato il team Eod (Explosive ordinance disposal) del 3^ Reggimento Genio Guastatori di Udine a portare a termine la delicata operazione, in esecuzione del decreto di dissequestro e contestuale distruzione disposta dalla magistratura. Responsabile dell'attività militare di ritrovamento, riconoscimento, messa in sicurezza e neutralizzazione finale odierna è il 1^ maresciallo dell'Esercito Bruno Garlant in forza al 3^ Reggimento Guastatori di Udine. L'articolo

Gli altri video di Cronaca locale