Scoperto a Punta Sdobba il relitto di un Mas di Rizzo

C’è il relitto di un Mas della prima guerra mondiale sul fondo del mare di Punta Sdobba, alle foci dell’Isonzo. Si tratta di un’unità da guerra della stessa classe del Mas 96 passato alla storia per la Beffa di Buccari, l’incursione effettuata con tali motoscafi da Luigi Rizzo, Gabriele D’Annunzio e Costanzo Ciano la notte tra il 10 e l’11 febbraio 1918 nella baia della costa istriana. Il Mas 96 è oggi conservato al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera, e proprio il raffronto tra alcuni elementi rilevati e recuperati dal relitto sul fondo del mare e l’esemplare del reparto conservato nel complesso monumentale sulla sponda del Lago di Garda ha permesso alla Soprintendenza Archeologia Belle arti e Paesaggio del Fvg di identificare i resti sommersi come appartenenti a un esemplare della flottiglia comandata da Luigi Rizzo, l’affondatore delle corazzate Wien e Santo Stefano. Video di Stefano Caressa L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale