Quarant'anni fa l'addio a Basaglia: la vera storia di un'impensabile liberazione

Il 29 agosto 2020 sono passati 40 anni dalla morte di Franco Basaglia, il promotore di un'impensabile liberazione che ha messo "tra parentesi" la malattia mentale: i malati, da internati senza più un nome, sono tornati a essere cittadini, persone, individui. Da oggi, con “Il Piccolo”, in collaborazione con Collana 180 nelle edicole c’è “(Tra parentesi) La vera storia di un’impensabile liberazione”, di Massimo Cirri, Peppe Dell'Acqua, Erika Rossi (Collana 180, Ed. Alpha & Beta, pagg. 144, a 9 euro più il prezzo del quotidiano) il libro che racconta quell’avventura,  Il volume è anche il testo dell’omonimo spettacolo teatrale (che ha accolto diverse migliaia di spettatori in pochi mesi nel 2019), prodotto dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, per la regia di Erika Rossi: sul palcoscenico gli stessi Dell’Acqua e Cirri, accomodati su una simbolica panchina, e supportati da documentari, filmati, testimonianze fotografiche e in stretto dialogo con il pubblico. L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale