Porto di Trieste, il presidente D'Agostino: "Se mi dimetto sarà colpa loro"

TRIESTE «Se darò le dimissioni sarà percolpa di chi non farà entrare le persone a lavorare in porto ,il Clpt e Stefano Puzzer. Io mi rivolgo a loro».
Lo ha detto il presidente dell’Autorità portuale del mare Adriatico OrientaleZeno D’Agostino nel corso di una conferenza stampa nel pomeriggio di oggi, 14 ottobre, a Trieste. «Domani non ci sarà uno sciopero ma una manifestazione che viene spostata dalla città al porto, cui parteciperanno persone che useranno il satellitare per trovare il porto perché non ci sono mai state, e impediranno ad altri di lavorare. Questa non è libertà». «Sarà un problema andarea lavorare domani - ha aggiunto D’Agostino -. Si parla di una partecipazione alla manifestazione di 50mila persone, ma anche se saranno 15 mila, sarà un bel numero». In serata si è riunito in assemblea il Coordinamento del lavoratori portuali che ha confermato il blocco garantendo l'accesso a chi vorrà andare a lavorare.  Video di Andrea Lasorte. L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale