La contromanifestazione del 25 aprile: "Trieste unica città che non dà parola a chi ha fatto la Resistenza"

Sono stati quasi duemila, secondo gli organizzatori, i partecipanti alla contromanifestazione organizzata il 25 aprile da Anpi e Cgil per il 74esimo anniversario della Liberazione dell'Italia dal nazifascismo. Il corteo, giunto in Risiera dopo la cerimonia ufficiale, è partito dallo stadio Grezar. Perché questa contromanifestazione? "E' l'unico capoluogo di regione dove non è data la possibilità di parola a chi ha fatto la Resistenza - spiega Fabio Vallon, presidente dell'Anpi Trieste -. Oggi è il compleanno di tutta l'Italia antifascista". Il corteo non si ferma. Duemila persone intonano "Bella Ciao" lungo le strade di Valmaura. Video di Simone Modugno L'articolo

Gli altri video di Cronaca locale