I relitti di auto e moto del Carso diventano un caso social

Si chiama “Relitti carsici” il gruppo Facebook aperto da Christian Duro e che riunisce appassionati “cercatori di carcasse” che quasi ogni giorno condividono immagini di automobili, scooter, biciclette e altri mezzi abbandonati sull’altopiano del Carso e mai rimossi. «All’inizio, girando in Carso, ho trovato diversi veicoli lasciati al loro destino. Poi, parlando con altre persone, ho scoperto che i mezzi erano veramente tanti» ha spiegato Duro, appassionato di veicoli storici. Tra i relitti ci sono anche autobus e una ruspa enorme abbandonata in una cava a Basovizza. Alcuni conservano ancora dettagli ricercati dai collezionisti, altri sono irriconoscibili. Ogni carcassa ha la propria storia e si ipotizza che possano essere state abbandonate in mezzo ad arbusti e cespugli in seguito a incidenti o furti. L'ARTICOLO

Video a cura di Martina Tartaglino

Gli altri video di Cronaca locale