Vinitaly, Hoftätter: "Basta discorsi vecchi, i miei vini senza alcol piacciono ai giovani"

Martin Foradori, quarta generazione della storica azienda di Termeno (Bolzano), ha lanciato a Vinitaly il suo primo prodotto dealcolato fermo a base di Riesling della Mosella che si aggiunge alla bollicina, sul mercato dallo scorso anno: “All’inizio c’è stata qualche polemica, ma poi è prevalsa la curiosità: il prodotto è stato ben accolto. Bisogna smetterla con i discorsi del passato: oggi i vini dealcolati sono una realtà e una opportunità”.

Ma si può parlare di vino senza alcol? “Come esistono il caffè decaffeinato e il latte senza lattosio, lo stesso vale per il vino”, risponde il produttore altoatesino. Una riflessione anche sulla possibilità di inserire la zonazione delle singole vigne in etichetta: “Oggi il consumatore a tavola sa tutto della carne che mangia, lo stesso vale per il vino: è un valore aggiunto”.

Intervista di Lara Loreti
Video di Daniele Alberti ed Edoardo Bianchi

 

Gli altri video di Vinitaly 2022