Viaggio della memoria: "Emozioni e dolore che a scuola non si possono provare"

"Visitare questi luoghi della memoria provoca delle emozioni che a scuola non si possono provare. Si comprendono davvero il nazismo e la persecuzione degli ebrei nonché il dolore che hanno provato queste persone". E' la voce di Nikita Poretti (5A Galilei), una studentessa che assieme a tanti altri compagni di liceo e dell'Isis Carducci-Dante in questi giorni si trova in Polonia per un viaggio della memoria nei luoghi simbolo dell'orrore nazista con il progetto “Memobus-viaggiare per comprendere malgrado tutto”. Lo speciale

Gli altri video di memobus