Sfide dell'innovazione: Molinari intervista Andrea Illy

L’evento realizzato al Magazzino 26, in Porto vecchio, da Il Piccolo, in collaborazione con La Stampa e i quotidiani del Gruppo Gnn, e intitolato “Le sfide dell’innovazione – Trieste, le rotte della scienza", ha visto tra i protagonisti della serata il presidente di Illycaffè Andrea Illy, intervistato dal direttore de La Stampa Maurizio Molinari. Illy ha ricordato come l’innovazione sia connaturata all’azienda fin dalle origini: «Mio nonno ha di fatto inventato il caffè espresso italiano odierno, così come la pressurizzazione. Un’altra innovazione radicale da noi apportata sono le cialde, ormai un fenomeno mondiale». Oggi l’azienda deve affrontare l’espansione globale del mercato del caffè, sbarcato in Cina e India, e cambiamenti epocali come quelli climatici: «I mutamenti del clima stanno impattando con forza sulla coltivazione del caffè. Esistono però margini di miglioramento attraverso la ricerca: noi ad esempio abbiamo realizzato assieme a Units una mappatura del genoma del caffè arabica. Consentirà di sviluppare varietà più resistenti». In questo contesto, è l’avvertimento di Illy, «è giunto il momento di pensare un’economia carbon-free. Ciò richiederà un radicale cambio di paradigma della società, abbiamo però a disposizione tecnologie esponenziali per affrontarlo. Serve il coraggio di farlo». Quanto alla recessione tecnica in cui versa l’Italia, Illy ha dichiarato: «Sono molto preoccupato. La ricchezza dell’Italia non si misura in Pil, il nostro patrimonio è incommensurabile. Ma mi preoccupa la mancanza di riforme. Un governo dura in media 18 mesi. Serve un cambiamento di consapevolezza dei cittadini che ci porti verso una maggiore stabilità politica, altrimenti sarà l’Europa a fare le riforme al posto nostro».

Gli altri video di Le sfide dell\'innovazione