Human technology - Tecnologia umana: il quinto episodio delle Tech Stories

L’umanità ha una grande sfida: sfamare il mondo in modo sostenibile. L’abbraccio tra tecnologia, uomo e ambiente è oggi possibile grazie a dispositivi che diventano estensione della saggezza dell’agricoltore. E’ incentrato su questi temi “Human Technology”, quinto e ultimo episodio della prima serie di Tech Stories realizzata da Area Science Park in collaborazione con APZmedia. Tutti i video della serie sono su www.apzmedia.com/techstories e sul sito de Il Piccolo. L’utilizzo delle tecnologie ICT in viticoltura rappresenta un enorme potenziale di sviluppo in chiave di sostenibilità, qualità delle produzioni e ottimizzazione dei processi di gestione dell’intera filiera. Queste potenzialità, però, richiedono un dialogo costante tra produttori, operatori della ricerca e del trasferimento tecnologico e imprese ICT. Nelle vigne sul confine tra Italia e Slovenia, per esempio, è in corso una sperimentazione che sta favorendo l’adozione di tecnologie ICT applicate alla gestione della vigna, grazie a un Sistema di Supporto Decisionale (DSS) composto da dispositivi di monitoraggio agrometeorologico associati a modelli previsionali agronomici riguardanti in particolare due importanti patologie delle viti, Peronospora e Oidio. I benefici del sistema si misureranno con la riduzione del numero di trattamenti fitosanitari, delle emissioni di CO?, dei costi sostenuti e con il conseguente miglioramento della salubrità e qualità del prodotto finale. È stata anche iniziata una ricerca di laboratorio sulle popolazioni batteriche che vivono in simbiosi con la vite (microbioma) per individuare e selezionare i microrganismi che potenzialmente contrastano l’insorgenza delle due patologie.
Primo Principio si occupa di innovazione sostenibile e ha come missione quella di offrire servizi dell’Internet of Things al mondo rurale, agricolo e al monitoraggio ambientale. In quest’ottica ha ideato delle soluzioni WiFor, sistemi di monitoraggio avanzati, attuazione e supporto alle decisioni per l’agricoltura e per la gestione avanzata del rischio idrogeologico. Le soluzioni hardware e software sono composte da reti di sensori/attuatori gestiti da una piattaforma cloud che raccolgono ed elaborano dati allo scopo di ottimizzare il processo produttivo, generando risparmio economico e un minor impatto ambientale.

Gli altri video di Distretto trieste