Sequestro bagni Liggia: "Domani presento un esposto in Procura, 10mila concessioni in Italia nella stessa situazione"

"Io adesso da un lato devo restituire i soldi ai clienti, dall'altro ho otto dipendenti che non ho intenzione di licenziare e nemmeno il bagnino". Claudio Galli, titolare dei bagni Liggia a cui è stato sequestrato lo stabilimento balneare in esecuzione della sentenza del tribunale di Genova mantiene i dipendneit, ma è pronto a dare battaglia legale. "Domani presenterò un esposto alla Procura _dice _ per dire che esistono oltre 10mila concessioni in Italia che non nella mia stessa situazione" (videoservizio di Fabrizio Cerignale)

Gli altri video di Cronaca