Napoli, si ammalano 4 macchinisti della linea 1: metro in tilt, la fila a Chiaiano

Si ammalano 4 macchinisti su 8 in servizio, è caos nella metropolitana Linea 1. Dalle 7 alle 10.40 circolazione limitata da Dante a Piscinola con 5 treni in giro invece di 8. Istituito un servizio navetta da Dante a Garibaldi. « Scene indegne » , accusano gli utenti: rabbia e crisi di nervi nelle stazioni rimaste aperte e davanti a quelle chiuse. A Piscinola i treni ritardano e la fila si allunga davvero di molto, con il caldo l’attesa diventa pesante. I viaggiatori protestano, la vigilanza non basta e l’operatore di stazione chiede l’intervento della polizia. L’arrivo degli agenti dell’Upg evita ulteriori momenti di tensione, garantendo ordine pubblico e distanziamento. A Chiaiano le immagini dicono tutto: una fila indiana circonda la stazione: 130 persone disposte lungo la strada aspettano di entrare. Pendolari, ragazzini, anziani e in coda una bimba di neanche un anno in braccio al papà. Chi deve andare al lavoro impreca e cerca un’alternativa: "È una presa in giro un servizio così – protesta Egidio – non c’è rispetto per i cittadini. Pochi treni, file anti Covid che si allungano per i ritardi, poi ci sono guasti continui e ora manca anche il personale". Rabbia anche sui social: "Possibile che nessuno avverta gli utenti?". La situazione "potrebbe esplodere ad agosto con il piano ferie - protesta il sindacato Usb – l’azienda deve ascoltare i lavoratori". L'articolo completo su Repubblica Napoli in edicola.
 
Anna Laura De Rosa

Gli altri video di Cronaca