Clima, dopo il Covid tornano i Fridays for Future: "La politica ha perso gli ultimi due anni"

Alcune migliaia di giovani e giovanissimi sono tornati in piazza a Roma per manifestare contro il cambiamento climatico. È stato il primo corteo non stanziale che i Fridays for Future, il movimento di ambientalisti lanciato dagli scioperi dell'attivista svedese Greta Thunberg, sono riusciti a realizzare dall'inizio della pandemia da Covid-19. "Siamo contenti di poterlo fare perché siamo tornati a essere finalmente tanti", commenta l'attivista Filippo Sotgiu. Tra i presenti c'era anche il sindacalista Aboubakar Soumahoro, protagonista di diverse battaglie in difesa dei migranti. "Qui c'è un vuoto politica perché la politica è incapace di interpretare le speranze, i bisogni e le aspirazioni di questa generazione, ma anche della nostra", ha detto Aboubakar. "Gli ultimi due anni non si è fatto quello che doveva essere fatto e adesso abbiamo meno tempo di prima - conclude Sotgiu -. Però le persone oggi sono più consapevoli delle questioni climatiche nonostante i due anni di silenzio. Quindi noi il tempo non lo abbiamo sprecato, la politica invece sì".

Di Francesco Giovannetti

Gli altri video di Cronaca