Caso Cucchi, La Russa non chiede scusa: ''Rispetto la sorella ma difendo i Carabinieri''

Nei giorni della morte di Stefano Cucchi, nel 2009, Ignazio La Russa era ministro della Difesa e difendeva l'operato dei Carabinieri. Il giorno dopo le ammissioni in aula di uno degli agenti imputati, che ha denunciato due colleghi per il pestaggio, la sorella del giovane, Ilaria, ha chiesto le sue scuse. "Rispetto la sorella di Cucchi e chi sbaglia deve pagare - spiega il vicepresidente del Senato - ma continuerò a difendere l'Arma come istituzione".
 
di Antonio Nasso

Gli altri video di Cronaca